Etica Editoriale

Journal of Psycosocial Systems (JPS) è una rivista peer-reviewed e open access che si impegna a garantire i più alti standard di etica della pubblicazione. Tutti gli attori coinvolti nel processo di pubblicazione (l'editore, il board editoriale, i revisori, gli autori) devono concordare standard di comportamento etico. JPS adotta linee guida pienamente coerenti con i principi di trasparenza e le migliori prassi COPE e con il Codice di condotta COPE. Maggiori dettagli sono disponibili qui: https://publicationethics.org

JPS sostiene la ricerca scientifica indipendente e open access. JPS accetta solo manoscritti originali, redatti in conformità con le leggi sul copyright, che rispettano gli standard di qualità e non sono sottoposti per la pubblicazione altrove. Condanna la violazione del copyright e il plagio. Le ricerche empiriche devono fondarsi  su dati rigorosi e documentati. JPS si riserva, se necessario, il diritto di rettifica o il ritiro dell'articolo che non rispetta tali criteri.

Doveri degli autori                                                                                                                                                    

Forniscono corrette informazioni delle fonti e dei contributi menzionati nell’articolo.

Sottopongono articoli diversi ad altri già pubblicati da loro stessi o da altri.

Attribuiscono correttamente la paternità dell’articolo e indicano come coautori tutti coloro che abbiano dato un contributo significativo all’ideazione, organizzazione, realizzazione e rielaborazione della ricerca che è alla base dell’articolo. 

Si impegnano a controllare la correttezza delle informazioni contenute nell’articolo, incluse le informazioni bibliografiche, prima dell’invio dell’articolo e informano tempestivamente la redazione della rivista su eventuali errori o inesattezze.

Plagiarismo                                                                                                                                                                 

Il plagio si manifesta in molte forme diverse e costituisce un comportamento editoriale non etico ed  inaccettabile.Gli autori si obbligano a garantire di aver scritto opere interamente originali nonchè a garantire che, se hanno utilizzato contributi scientifici o testi altrui, essi sono opportunamente citati.

Conflitti di interesse                                                                                                                                                   

Tutti gli autori si obbligano a dichiarare qualsiasi conflitto di interesse finanziario o di altro genere che possa influenzare i risultati o l'interpretazione del loro manoscritto. Tutte le fonti di sostegno finanziario per la redazione del mnoscritto dovrebbero essere dichiarate. I potenziali conflitti di interesse dovrebbero essere resi noti quanto prima possibile. I lettori dovrebbero essere informati su chi ha finanziato la ricerca e sul ruolo dei finanziatori nella ricerca.

Doveri dei revisori 

Collaborano con  i redattori per assumere decisioni sulla pubblicazione degli articoli sottomesi e suggeriscono agli tutte le modifiche che migliorino il manoscritto.

Comunicano tempestivamente ai redattori l’eventuale impossibilità di eseguire la revisione nei tempi richiesti.

Si obbligano a mantenere riservato ogni testo assegnato loro in lettura e a non discuterne con altre persone senza esplicita autorizzazione dei redattori.

Eseguono la revisione in modo oggettivo, motivando con chiarezza argomentativa i propri giudizi.

Segnalano ai redattori eventuali somiglianze o sovrapposizioni del manoscritto con altre opere a loro note.

Si obbligano a considerare confidenziali tutte le informazioni ottenute durante il processo di peer-review e a non usare tali informazioni per finalità personali.

Si obbligano a non usare in ricerche proprie, senza esplicito consenso dell’autore, i contenuti di un articolo ricevuto per la revisione.

Doveri degli editors e dei redattori                                                                                                                                      

Sono responsabili della decisione di pubblicare o meno gli articoli  ricevuti, dopo aver letto e considerato le valutazioni dei revisori.

Valutano gli articoli proposti per la pubblicazione esclusivamente  in base al loro contenuto, senza discriminazioni di razza, genere, orientamento sessuale, religione, origine etnica, cittadinanza, orientamento politico degli autori.

Si obbligano a non rivelare informazioni sugli articoli sottoposti ad altre persone oltre all’autore, ai revisori.

Si obbligano a non usare in ricerche proprie, senza esplicito consenso dell’autore, i contenuti di un articolo sottoposto per la pubblicazione.