Il Gioco dell’Armilla: Giocare al gioco serissimo della formazione sistemico-relazionale.

Autori

  • Silvana Amitrano
  • Gioacchino Di Meglio
  • Mario Sgambato
  • Rossana Vista

DOI:

https://doi.org/10.23823/jps.v4i1.68

Abstract

Viene descritta e commentata una tecnica di lavoro con gruppi di studenti in formazione sistemico-relazionale denominata “Il gioco dell’Armilla”. Essa ha lo scopo di: leggere e negoziare le regole di un sistema interpersonale, migliorare le competenze dialogiche, conoscere risorse e vincoli del legame sociale, sviluppare competenze di partnership, descrivere la posizione soggettiva nella relazione con l’altro, conferire empowerment. Tali competenze, infatti, sono ritenute un bagaglio clinico necessario per il terapeuta. Vengono presentate innanzitutto le premesse teoriche su cui si fonda il gioco inerenti alla sociologia ed alla psicologia del comportamento ludico. Sono descritte di seguito le fasi del gioco e le funzioni relazionali che da esso scaturiscono:il “croupier”, “l’angolista”, il "morto". Sono, infine, sintetizzate le riflessioni dei gruppi di studenti cha hanno partecipato all’esperienza.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili

Pubblicato

2020-05-29

Come citare

Amitrano, S., Di Meglio, G., Sgambato, M., & Vista, R. (2020). Il Gioco dell’Armilla: Giocare al gioco serissimo della formazione sistemico-relazionale. Journal of Psychosocial Systems, 4(1), 42 - 54. https://doi.org/10.23823/jps.v4i1.68

Fascicolo

Sezione

Esperienze

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i